BACCALÀ MANTECATO AL TARTUFO | GASTRONOMIA MARCOLIN

Il tartufo nero estivo

Tra le pregiate varietà di tartufo, quello nero estivo è sicuramente una delle più apprezzate per la sua versatilità e per il suo particolare sapore dalle note fungine e tipiche del sottobosco. Molto diffuso in varie regioni italiane e in particolare in Piemonte, il tartufo nero estivo viene raccolto nel periodo che va da maggio a fine agosto. Prende il nome di Scorzone dalla sua caratteristica scorza piuttosto dura e rugosa di colore bruno, che nasconde internamente una polpa nocciola attraversata da venature bianche.

Il tartufo nero è un ottimo protagonista in cucina, da consumare fresco per sprigionare appieno il suo sapore.

90 GR

Baccalà,
Mantecato al
Tartufo

Il Baccalà Mantecato al tartufo è una deliziosa crema spalmabile preparata con stoccafisso, olio di semi di girasole e tartufo nero pregiato. La forte aromaticità e il profumo inteso del tartufo nero si abbinano perfettamente alle specialità di pesce, donando carattere e personalità alla delicatezza del baccalà mantecato.

La crema di baccalà mantecato aromatizzata al tartufo fa parte della linea Gourmet di Marcolin ed è disponibile in vasetti da 90 grammi con scadenza a 4 mesi.

Ingredienti

Stoccafisso ammollato (Gadus morhua) 50%, olio di semi di girasole, acqua, tartufo nero (Tuberum aestivum), 1,6%, sale, aromi naturali, pepe bianco.

Senza latte, Senza glutine

Scopri gli altri prodotti della Linea Gourmet

Una storia di ricerca,
passione e creatività

Baccalà nasce dall’amore per la buona tavola di Francesco Marcolin, classe 1946, che a soli 15 anni inizia a lavorare come garzone di bottega, inserendosi nell’ambiente culinario della provincia per poi trasferirsi nel pieno centro storico di Padova, nel Sotto Salone, il mercato coperto più antico d’Europa.

Da oltre trent’anni la gastronomia Marcolin è punto di riferimento per i piatti pronti della tradizione, salumi e formaggi, ma soprattutto per gli amanti del baccalà in Veneto, poiché specializzata nella preparazione di questo pesce in diverse varietà.

Da qui l’idea di proporre una linea di prodotti da banco e confezionati interamente dedicata al baccalà, realizzata per esaltare alcune delle specialità quotidianamente offerte nell’omonima gastronomia all’interno del Sotto Salone di Padova.


Stoccafisso
e Baccalà

Il merluzzo è un pesce squisito che può essere apprezzato in diverse ricette e da secoli è uno dei piatti tradizionali della cucina veneta: la sua carne è bianca e pregiata, ad alto valore nutrizionale, e si presta a essere cucinata in molti modi differenti. La famiglia Marcolin ne ha fatto uno dei punti di forza della sua cucina.

Quando si parla di baccalà e stoccafisso, spesso si fa confusione tra i due termini. In realtà si tratta dello stesso pesce, il merluzzo, preparato in due differenti modalità: lo stoccafisso è il merluzzo non salato che viene essiccato al sole e al vento su speciali rastrelliere di legno senza aggiunta di sale, lasciato intero ad asciugare al sole. Il baccalà è invece il merluzzo che è stato curato e conservato sotto sale.

Il termine stoccafisso risale alla metà del ‘400, quando il ricco mercante veneziano Pietro Querini, cercando fortuna nei commerci al di fuori del Mediterraneo in direzione delle Fiandre, naufragò in un isolotto dell’arcipelago delle isole Lofoten in Norvegia. Qui rimase affascinato dal modo in cui la popolazione del posto conservava il merluzzo.